• 13 Ottobre 2013

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Il giro si svolge nelle vicinanze di Tarvisio, zona turistica e con bellissime montagne e foreste nelle Alpi Giulie. Salendo lungo il percorso Camporosso - Monte Acomizza si vedono tutte le cime del gruppo degli Jôf, il gruppo di Fusine con Ponza, Veunza e Mangart, oltre al ghiacciaio del Größ Venediger, in Austria. Il percorso Tarvisio - Rifugio Zacchi si sviluppa proprio nella vallata al di sotto del gruppo del Mangart.
Il percorso turistico e avventuroso ConTOUR FVG attraversa le Alpi Giulie, inevitabili volendo visitare le bellezze della Regione Friuli Venezia Giulia. La tappa n.4 e la tappa n.5 si svolgono in quest'area passando in vicinanza del paese di Camporosso, partenza anche dei percorsi Camporosso - Val Bartolo - Acomizza e Val Bartolo - Monte Ochsenstand.

Il tracciato parte dal parcheggio della pista di fondo di Camporosso, come si può vedere dal link sovrastante, e consiste in due salite in due valli diverse, che portano infine alla Malga Acomizza.
Dal parcheggio, in un centinaio di metri si passa allo sterrato, il quale accoglie i ciclisti gentilmente con un bel botto di pendenza iniziale. Sorpassate queste poche centinaia di metri, la strada ritorna in piano, attraversando prati e boschi. La foto 1 riporta la prima salita: caratterizzata da tratti pianeggianti seguiti da rampe. Proseguendo, in prossimità della Sella di Vuom, la salita aumenta la pendenza e presenta un fondo con molta ghiaia: qualche piccolo tratto è da fare a piedi.

Segue poi una discesa su strada sterrata con pendenza elevata, ma che non presenta problemi di alto livello tecnico. Si giunge quindi ad una strada asfalta che si percorre per circa 200m, oltrepassando un ponte e imboccando la strada verso la Malga Acomizza. Tale strada è asfaltata fino alla rotonda, quota 1600m, a circa 1 km dalla malga. E' comunque chiusa al traffico, ha una pendena bassa e uniforme. Giunti alla rotonda si prosegue sullo sterrato che, a differenza dell'asfalto, non ha decisamente una pendenza costante. In pochi minuti si arriva alla Malga Acomizza.
Alla fine della salita si è circondati da una bella visuale panoramica, merita una pausa! Le foto della galleria riportano alcune viste, ma non come uno sguardo dal vivo: dalle Alpi Austriache con i ghiacciai, al gruppo degli Jôf con l'antestante Monte Lussari, scalato dal memorabile percorso Val Saisera - Monte Lussari. Tale vallata è anche percorsa dal ConTOUR FVG il quale, il quinto giorno, scende dal Rifugio Grego nella Val Saisera su sentiero, attraversando poi la Foresta di Tarvisio e giungendo al paese di Valbruna, proseguendo poi verso Pontebba.

Dalla Malga Acomizza il tracciato per navigatore procede con la discesa; è comunque possibile andare fino al rifugio Oisternig, tutto su strada sterrata.
La discesa è tutta su strada sterrata, con ottimo fondo e buona pendenza, si può correre! A metà si passa una forcella e ci si collega alla Val Bartolo, bellissima come ambiente. In pochi minuti si arriva al paese di Camporosso che, attraversandolo, si raggiunge il parcheggio di partenza.

Nota: Il primo tratto di discesa (dalla Malga Acomizza al passo della Val Bartolo) è su territorio austriaco ed è privato. Non è percorribile in estate: attraversa un allevamento.
I periodi consigliati/obbligatori per questo percorso sono la primavera o l'autunno. La lunghezza di tutto il tracciato è di 28km con un dislivello di 1150m.

Durante la prima salita viene attraversato un piccolo torrente. Il fondo circostante è in ghiaia e si può sprofondare.

Il motivo principale però della foto è far notare la caratteristica del primo tratto: pezzi quasi pianeggianti seguiti da ripide salite.

Tratto finale della prima salita, circa ad una quota di 1100 m.

La pendenza aumenta e il fondo è impercorribile per qualche piccolo tratto.

In arrivo alla Sella di Vuom, 1162m.

Ottimo panorama dalla seconda salita.

Da sinistra: Jôf di Miezegnòt, Monte Piper e Due Pizzi, costeggiati nella Val di Dogna il 4' giorno del ConTOUR FVG.

Durante la seconda salita.

A quota 1600m si giunge ad una 'rotonda', dalla quale inizia lo sterrato per la Malga Acomizza.

Malga Acomizza.

D'estate svolge il suo ruolo di malga, è quindi consigliato eseguire il tracciato in primavera o autunno.

Scopo raggiunto.

Raggiungere la neve a metà Ottobre (quando è stato svolto il giro).

Il Monte Osternig.

Dalla Malga Acomizza, luogo della pausa, si gode di una buona visuale.

Il ghiacciaio che vedete è il Monte Größ Venediger, Austria.

Le Malghe Acomizza e l'inizio della discesa.

La discesa si svolge su una strada privata, leggere la descrizione del percorso.