• 02 Giugno 2015

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Il percorso descritto in questa pagina si svolge in prossimità del gruppo degli Jôf, una serie di montagne rocciose che spiccano sulle altre, in particolare lo Jôf di Montasio ed i suoi 2753 m della cima.
Si parte dal paese di Dogna prendendo subito la pista ciclabile Alpe Adria per arrivare al paese di Pietratagliata. Si oltrepassa il Fiume Fella e si inizia la salita su asfalto prima e poi sterrato. Si sale molto di quota, attraversando tutti i boschi per spuntare nei prati di diverse malghe. Ora il panorama ripaga la fatica fatta, così tanto da poter dividere il percorso in due giorni per potersi godere l'alba del mattino, il sole che spunta dallo Jôf. Si passa poi alla discesa su strada sterrata, inizialmente un traverso e poi una serie di tornanti che i freni non dimenticheranno facilmente. Si raggiunge infine la strada asfaltata che riporta in discesa al paese di Dogna.
L'itinerario quindi contiene un'ampia varietà di cose, difficile ma non impossibile, adatto all'estate e all'autunno: vista la quota è molto probabile che sia impercorribile a causa della neve.

EQUIPAGGIAMENTO

Quello che si può trovare lungo il percorso e nella zona di pernottamento sono legna ed acqua ma, chiaramente, sono due cose su cui non si può essere certi. L'acqua di ruscello è disponibile fino alla Sella Bielìga, non oltre. Tutto l'equipaggiamento è elencato a questo link: Attrezzatura - Cosa c'è da portare?

Gli edifici che si incontrano lungo il percorso (Ricovero Jeluz, M.ga di San Leopoldo, C.ra Bielìga) sono o privati o ruderi: non si possono considerare per l'alloggio.

GIORNO 1: ANDATA

Si parte dal centro del paese di Dogna, su asfalto per poche centinaia di metri. In breve si giunge in prossimità della pista ciclabile Alpa Adria ed al piccolo tratto forse più arduo di tutto il percorso: la rampa cementata che porta alla pista, la pendenza è del 27%. Per fortuna si tratta di circa una cinquantina di metri di lunghezza.
Sulla pista ciclabile si svolta a sinistra, in salita verso il paese di Pietratagliata, a Nord, in direzione Austria. Nel passato la pista svolgeva il ruolo di ferrovia, quindi la pendenza è bassa e costante; sono presenti diverse gallerie e un affascinante ponte.

Ad un certo punto si abbandona la pista ciclabile, un centinaio di metri in statale e poi a sinistra sul ponte che porta a Pietratagliata, realizzato nel 2006 dopo una grossa alluvione. Oltre il ponte si svolta a sinistra e si percorrono gli ultimi metri in piano; in breve il percorso gira a destra, prendendo la salita verso il Monte Agâr. La salita è tranquilla, pendenza approssimativamente costante, tutto su asfalto fino oltre la Malga Poccet.
Inizia poi lo sterrato, di buona qualità e che mantiene la pendenza del tratto precedente. Si raggiunge quindi il punto più alto del percorso, in prossimità del Monte Agâr, quota 1690m. La partenza era a quota 400m.

Di seguito è quasi tutta discesa.
Esistono diversi punti consigliati per il pernottamento, i quali sono la Sella in vicinanza del Monte Agâr, la Malga di San Leopoldo o la Sella Bielìga; quest'ultima è quella utilizzata dal team di mtbfriuli. Gli ultimi due punti elencati permettono uno spettacolare panorama all'alba.

La lunghezza della salita, ossia dal paese di Dogna alla Sella del Monte Agâr, è di 18 km, con un dislivello in salita di 1300 m.

GIORNO 2: RITORNO

Il secondo giorno prevede solamente la discesa, ad eccezione di piccolissimi tratti di piano o salita alle selle o ai traversi. La parte più interessante è la serie di tornati sullo sterrato fra la Casera Bielìga ed il paese di Chiout: la pendenza è una delle più elevate che si incontrano in questa zona, il fondo della strada è ovviamente cementato o asfaltato.
Il collegamento finale per il ritorno al punto di partenza è sulla strada asfaltata della Val Dogna, parte della tappa n.4 del ConTOUR FVG e del giro Val Dogna - Val Saisera - Val Canale, divertente dal punto di vista ciclistico.

In totale, l'itinerario ha una lunghezza di 32 km con 1350 m di salita.

L'ingresso alla pista ciclabile Alpe Adria.

La pista ciclabile Alpe Adria.

Circondata dalle Alpi Giulie, pendenza bassa e costante.

La galleria sulla strada verso la Malga Poccet.

Non è illuminata, prestare attenzione.

A fianco della Malga Poccet.

Subito si passa allo sterrato.

L'ultima serie di tornanti prima della Sella del Monte Agâr.

La Malga di San Leopoldo dall'alto.

Sullo sfondo a sinistra lo Jôf di Montasio.

Accampamento alla Sella Bielìga.

Monte Cimone sullo sfondo.

Cenano presto anche i cervi.

Lo Jôf di Montasio.

Il tratto ad alta pendenza (in discesa) del tracciato.