• 20 Luglio 2013

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

La zona di Forni di Sopra dispone di vari percorsi, principalmente sviluppati su strade sterrate, con talvolta qualche sentiero come "scorciatoia". La vallata è ampia, stile Dolomiti, ma le strade presentano una pendenza elevata, principalmente vicino al fondo della valle. Da qui non si scappa. Chiaro esempio di questo è il percorso Forni di Sopra - Rifugio Giaf, realizzabile anche in periodo invernale.

L’itinerario ha la partenza nel centro del paese di Forni di Sopra. Poco lontano dal parcheggio inizia una strada che sale lungo la vallata che porta alle Malghe Tartoi e Tragonia. Inizialmente il fondo della strada è asfaltato, ma vista la pendenza della strada, non ci si lamenta.

La salita è molto ripida, soprattutto nella parte bassa, per diminuire all'aumento di quota. Allo stesso tempo il fondo della strada passa da asfalto a sterrato. Il punto di svolta si trova giungendo a due baite in prossimità di un guado: il tracciato ora è tutto su strada bianca senza tratti con pendenza atroce. Il percorso continua su questa strada fino ad un bivio (vedi foto 4).

Malga Tartoi: al bivio si svolta a sinistra e si procede sulla strada che, fino alla malga, si addolcisce e non presenta nessuna grossa difficoltà, sia tecnica che fisica. Giunti alla malga si gode di un bel panorama. La discesa viene tutta effettuata sulla strada sterrata percorsa in salita. Occhio alla sbarra!

Malga Tragonia: al bivio si svolta a destra; la strada ha una salita dolce e in circa 3 km si giunge alla Malga Tragonia. Esistono varie opzioni per la discesa: la più semplice viene dal ripercorrere tutta la strada fatta in salita. Occhio alla sbarra! Esistono poi due sentieri, il primo parte nelle vicinanze della malga e arriva al guado, citato qualche paragrafo fa, il secondo parte a metà strada (fra Malga Tragonia e bivio) e arriva nelle vicinanze della Malga Tartoi; i numeri dei sentieri sono 208 e 211 rispettivamente. Entrambi i sentieri sono molto tecnici. L'ultima alternativa è un sentiero che dalla Malga Tragonia porta fino a Forni di Sopra, presente nel percorso per navigatore, e con alcune foto nella galleria.

T & T: Tartoi & Tragonia, il giro, presente nel percorso per navigatore, sale prima alla Malga Tartoi per scendere poi fino al bivio, svoltare a sinistra e salire fino alla Malga Tragonia. Rispetto ai giri precedenti, il dislivello aumenta di circa 250m, ma su un tracciato senza problemi di difficoltà o di salita, per cui è tranquillamente fattibile.

La discesa. Il tratto di discesa è completamente svolto lungo il sentiero CAI 209: l'inizio è pianeggiante, serve a uscire dalla vallata della malga e arrivare alla valle principale. Il sentiero contiene tratti adatti alla corsa e alcuni tratti con molti sassi: percorribili senza grossi problemi, è solo consigliato di evitare giorni nei quali il fondo è bagnato.

Il percorso totale (Forni di Sopra - Malga Tartoi - Malga Tragonia) ha una lunghezza di 16km, un dislivello in salita di 1050m.

Attenzione! Il percorso per navigatore non contiene una parte del tratto intermedio della discesa lungo il sentiero CAI 209. Questo non rappresenta un problema: essendoci un sentiero solo è impossibile sbagliare.

All'inizio della salita.

Occhio ai sassi sulla sinistra, ma anche a quelli sulla destra, soprattutto con la neve, in particolare a Luglio/Agosto. La strada ha anche dossi quindi, tra una salita e l'altra, c'è un po' di discesa, non male. Le salite inoltre hanno una pendenza del 30% e piove, e con la pioggia ti becchi anche un'inondazione. Per salvarti non dovresti percorrere la strada, c'è il divieto; se invece vai su trovi jeep, motocross, ecc. poca gente a piedi. Infine, se cadi sei fregato, non c'è la barriera; se però hai fortuna prima di te è caduta una pianta e ti fermi su di essa. Buona fortuna.

Alla partenza, uscita dal paese di Forni.

Inizialmente ci sono alcune rampe con una certa pendenza, un po' di riscaldamento prima di partire non fa certo male.

Lassù, nell'ombra, dietro agli abeti...

si trova la Malga Tartoi.

Pregate i santi nella foto e gli altri

e scegliete il vostro destino: a sinistra il Tartoi, a destra il Tragonia.

Malga Tartoi.

Aperta d'estate e con servizi di ristorazione.

Arrivo successivo alla Malga Tragonia.

Nel mezzo c'è la discesa con la sbarra nel mezzo e una salita di circa 250m.

Un bel panorama: la strada della salita, il Monte Cridola sullo sfondo e l'inizio della discesa.

La discesa non ha forti requisiti tecnici ma è scomoda, con qualche tratto dissestato. Di certo si può ritornare al punto di partenza ripercorrento la strada della salita.

Lungo la discesa su sentiero.

Il fondo presenta tratti adatti alla corsa, altri con molti sassi e qualche salto; va prestata attenzione. La foto mostra l'unico bivio presente, dove si procede dritti (a destra), mantenendo il sentiero CAI 209, che conduce fino al paese di Forni di Sopra.

Il tratto migliore.

Sentiero molto largo e fondo dedicato alla corsa.

Il tratto peggiore.

Percorribile tranquillamente, rispetto ad altri percorsi del sito, ma che richiede un po' di tecnica. Evitabile dopo precipitazioni.