• 17 Agosto 2014

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Il gemonese è una zona perfetta per i giri in mountain bike: vicino alla pianura e raggiungibile velocemente da Udine e dintorni, con molte strade e sentieri, con fondo che regge le precipitazioni, ricchi di indicazioni. L'ambiente presenta diverse caratteristiche, ad esempio il percorso Rivoli Bianchi - Casera Ungarina - Val Venzonassa si inerpica su strade pendenti tracciate su versanti ripidi, percorsi al contrario nella seconda tappa del due giorni Remanzacco - Tanamea - Val Venzonassa. Allo stesso modo il tracciato Ciseriis - Flaipano presenta buone salite soprattutto all'inizio. Il giro Gemona - Malga Cuarnan - Sella Foredôr ha pendenze moderate in salita; gli anelli Alesso - Malga Cuar e Peonis - Val Tochel - Plan da l'Aghe sono a metà fra i tracciati precedenti.

Si parte dal paese di Gemona, iniziando su sterrato e passando poi all'asfalto, sulla strada che conduce alla Malga Cuarnan. Questa strada è memorabile per il numero di tornanti - e per il numero di volte in cui si pensa "è dietro la curva, vero?"
La salita tuttavia ha una pendenza costante e poco elevata, principalmente all'interno del bosco: adatta a qualsiasi stagione. Essa è trafficata dalle automobili, la larghezza delle corsie permette il comodo passaggio a bici e auto.

Si giunge quindi alla Malga Cuarnan, la si supera passando dalla strada sterrata al sentiero, il quale in un centinaio di metri di lunghezza, non tutti ciclabili, porta alla cresta. Qui termina la salita.
Il paesaggio è notevole: il Monte Chiampon a Nord ed il Monte Cuarnan a Sud, il gruppo del Monte Canin ad Est e le Alpi Carniche ad Ovest.

La discesa prosegue sullo stesso sentiero della salita, voltando a Nord, e giungendo in breve alla Sella Foredôr, dalla quale si prosegue la discesa lungo il sentiero CAI 713, verso Ovest.
La discesa ha inizialmente un fondo poco compatto, con rocce sulle quali bisogna prestare attenzione. Si passa poi ad un fondo molto più adatto alla corsa: si deve comunque da portare attenzione, il sentiero è stato fatto per le persone, non per le bici!
Giunti alla strada con fondo cementato, in breve si svolta a destra, prendendo un sentiero che, dopo poche decine di metri in piano, diventa un vero sentiero da discesa, sul quale sono state anche fatte gare da enduro. Terminata la discesa ci si ritrova sulla strada percorsa in salita, praticamente all'inizio del percorso.

Il tracciato è lungo 18km con 950m di salita. Condizioni meteorologiche permettendo, è praticabile tutto l'anno.

Video GoPro.

In salita la strada della regione con più tornanti, in discesa uno dei tracciati migliori.

La salita verso la Malga Cuarnan.

Pendenza costante, non elevata e con il record regionale del numero di tornanti.

Panorama durante la salita, a sinistra i Monti Cuar e Flagjel.

Territorio dei tracciati Alesso - Malga Cuar e Peonis - Val Tochel - Plan da l'Aghe.

La salita verso la cresta.

E' su sentiero, a tratti non ciclabile. In totale, circa un centinaio di metri di lunghezza dalla Malga Cuarnan.

Il Monte Cjampòn, a Nord della Sella Foredôr.

Alla cresta sopra la Malga Cuarnan.

Panoramica sulla Val del Torre.

Lungo la discesa.

La parte alta ha un fondo sassoso e attraversa vari greti di torrenti.

Scendendo il sentiero ha un fondo migliore, adatto alla corsa.

Bivio: strada o sentiero?