• 4 Aprile 2015

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Il giro si sviluppa nella vallata del Fiume Erbezzo, principalmente su strade sterrate, con tratti su sentieri e asfalto; salite su strade con un buon fondo e pendenze non troppo elevate. Spesso si vedono, a fianco, i monti Kolovrat e Matajur che sembrano aspettare un giro sui loro versanti. Il percorso ha una certa entità: 38km con 1200m di dislivello in salita - non poco, d'altro canto non presenta tratti particolarmente ripidi o con alti requisiti tecnici, è quindi un giro consigliato a inizio stagione come preparazione per quanto verrà.
Comparato con gli altri giri della zona, come Cividale del Friuli - Monte Joanaz e Torreano - Monte Joanaz le salite e le discese sono più semplici, al pari dei percorsi verso Castelmonte: Purgessimo - Castelmonte - Picon e Purgessimo - Chiesa dei Tre Re. A maggior ragione i tracciati Savogna - Monte Matajur e Ponteacco - Passo Glevizza, vicini a Merso di Sopra, ma con salite a quote maggiori.

La partenza è all'inizio del paese Merso di Sopra, che viene lasciato velocemente percorrendo una piccola strada asfaltata pianeggiante che porta al paese San Leonardo. Qui si passa ad una strada principale, comunque poco trafficata, che tramite alcuni tornanti, porta all'imbocco dello sterrato che conduce fino al paese Tribis di Sotto. La pendenza su asfalto è sostenuta, molto minore sullo sterrato, dove si trova anche qualche piccola discesa.
Oltrepassato Tribil si passa ad una strada asfaltata, ma solo per poche centinata di metri. Il percorso per navigatore gira a destra, prendendo una piccola strada sterrata che porta velocemente alla cresta e quindi al sentiero CAI 747. Questo non è particolarmente difficile ma richiede comunque un po' di pratica in alcune curve o traversi in discesa. Alla fine ci si ricollega all'asfaltato vicino al paese Varch. Volendo, il tratto su sentiero è evitabile proseguendo sulla strada asfaltata.

Uno sterrato collega i paesi Varch e Presserie, dal quale parte un altro sterrato, misto di salite e discese che porta al paese Polizza. Qui si sbocca su una strada asfaltata che conduce al paese Tribil di Sopra, il punto più alto del tracciato. Poche centinaia di metri su sterrato riportano all'asfalto che, con una bella discesa, porta alla località Podlach. Inizia qui lo sterrato che riporta a Merso di Sopra, ma non è tutta discesa! Un traverso con diverse salite e discese porta al Monte S.M. Maddalena, poco prima del passo parte un sentiero sulla destra: una leggera discesa che si ricollega allo sterrato a Sud del Monte Kunez. Si continua la discesa fino ad un piccolo sentiero che sale sulla destra, portando alla Chiesa di S. Andrea. Poco prima della chiesa si gira a sinistra, riprendendo la discesa sui prati.
Attenzione! Sono presenti delle recizioni! Il fondo della strada non sempre si vede. Si prosegue poi per un breve tratto di sentiero molto scavato e ci si ricollega poi ad una strada sterrata e nuovamente ad un sentiero che sbuca infine nel paese Merso di Sopra. Breve tratto di asfalto e ci si ritrova al punto di partenza.

Il percorso è percorribile tutto l'anno, tempo e fondo strada permettendo. La distanza complessiva è di 38km con 1200m di dislivello.

La prima parte dello sterrato, fra San Leonardo e Tribil di Sopra.

Buona parte dello sterrato è rappresentato da questa foto.

Arrivo a Tribil di Sotto.

Sullo sfondo il Monte Kolovrat.

Tratto di sentiero fra Tribil di Sotto e Varch.

La difficoltà non è elevata ma viene richiesta attenzione; il sentiero è comunque evitabile proseguendo sempre sull'asfalto.

Tribil di Sopra.

Il punto più alto del giro, ma non la fine delle salite.

Appena passata la località Podlach.

Da qui in poi solo sterrato.

Come al solito: strada buona o sentiero in salita?

L'inizio della discesa su sentiero prima della chiesa di S. Andrea.

Discesa sui prati.

Non sempre la strada è visibile.

Attenzione alle recinzioni!

L'inizio dell'ultimo sentiero.

Questo finisce dentro al paese di Merso di Sopra.