• 6 Luglio 2014

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Il percorso proposto si svolge sul versante Sud del Monte Tenchia con salita su fondo asfaltato e discesa su sentiero. Ascesa sulle Alpi Carniche, in prossimità dei tracciati per freeride Paluzza - Monte Paularo e Cabia - Tersadia,il percorso invernale o due giorni Cleùlis - Rifugio Pramosio - Lago di Avostanis, oltre la salita su sterrato e sentiero Timau - Passo Monte Croce Carnico - Rif. Marinelli e l'affascinante tappa n.6 del ConTOUR FVG.

La traccia GPS parte dal parcheggio nei pressi del distributore Tamoil di Sutrio, che offre un comodo appoggio per lasciare le macchine in un ampio spazio e partire. In breve si raggiunge il paese di Cercivento ai piedi del Monte Tenchia, da cui si possono facilmente seguire le indicazioni che portano alla salita verso la cima del monte e il Pian delle Streghe. La salita interamente su strada asfaltata sale costante e con pendenze mai eccessive; non è raro incrociare qualche macchine, sopratutto nei fine settimana.

Raggiunto il Pian delle Streghe, in prossimità dei primi chalet (di pregevole fattura) che si incontrano lungo la strada, si trova sulla sinistra il cartello che indica l'imbocco del sentiero CAI 154 (segnavia biancorosso), tratto da cui comincia la discesa. In alternativa è possibile proseguire la salita fino alla cima del monte, in prossimità delle antenne che si notano, oppure raggiungere le alture dello Zoufplan per godere di un panorama migliore.
La discesa affrontata nella traccia proposta si snoda quasi interamente all'interno del bosco e interseca diverse volte la strada asfaltata percorsa in salita. Il fondo è caratterizzato da pietraie e sterrato: la pendenza non è problematica, se in brevi tratti, tuttavia il fondo sconnesso richiede un minimo di esperienza per domare la bici nei tratti più scassati. Indubbiamente verranno ben sollecitate le vostre sospensioni! Le pioggie intense inoltre possono scavare tratti del sentiero e quando bagnato il fondo può risultare particolarmente viscido: assicuratevi delle condizioni prima di scendere. In ogni caso con un po' di abilità risulta una discesa molto divertente e stimolante per l'attenzione continua che richiede nelle scelte delle traiettorie migliori.
Il sentiero si chiude proprio sopra l'abitato di Cercivento e in breve si raggiunge la località del parcheggio.

Dislivello positivo totale di 950 m su uno sviluppo di 18.5 km.

A proposito..sapete come mai viene chiamato Pian delle Streghe??
"..perché sul Tenchia ballavano le streghe! Nessuno le aveva viste. Ma tutti avevano potuto constatare di persona i cerchi che avevano lasciato nell’erba con i loro girotondi. Sul pianoro che prende il nome appunto di piano delle streghe capitava spesso alla mattina, dopo le notti nelle quali avevano infuriato i temporali, di vedere delle strisce di erba bruciata a forma di cerchio. Era come se ci fosse stato un girotondo di tante persone, e l’erba sotto ai loro piedi non solo era stata calpestata ma si era avvizzita, bruciacchiata. Non c’era altra spiegazione possibile che nel girotondo delle streghe!.." (fonte: http://raccontipiutti.blogspot.it/2008/01/le-streghe-del-tenchia.html dove trovate anche il resto della storia!)

Video GoPro della discesa dal Monte Tenchia.