• 7 Gennaio 2017

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Il percorso, nonostante la sua breve lunghezza di 25 km, si svolge nella zona della Pedemontana Cividalese e Prealpi Giulie. Un'area che offre numerose strade e sentieri adatti alla mountain bike, oltre alla vista sulla Pianura Friulana, ottenibile senza grosse salite.
Proprio per queste ragioni molti altri percorsi attraversano quest'area: primo fra tutti L'Aquila in bici, che copre il centro della regione Friuli - noto anche come Le Patrie dal Friûl. In vicinanza si sviluppano i misti Nimis - Attimis - Savorgnano e Cividale del Friuli - Montefosca - Ravosa, oltre al freeride Campeglio - Valle. La partenza invece è uguale al tracciato solo asfalto Povoletto - San Daniele del Friuli - Panoramica. Immancabile il contributo della terza tappa del ConTOUR FVG, la quale copre dall'alto tutto il giro di questa pagina.

Il luogo di partenza è la piazza del paese di Povoletto, in pianura. In breve si passa allo sterrato verso Sud-Est arrivando al bordo della frazione di Grions del Torre. Sempre in mezzo ai campi si pedala passando velocemente per la frazione di Marsure Beltramini e poi al ponte con asfalto sul Torrente Malina. Si arriva allora al paese di Ronchis di Faedis; come per tutto lo sviluppo non si attraversano gli abitati ma li si "schiva". Nuovamente su sterrato nella campagna ma ora ci si avvicina alle colline.
La strada bianca si stringe, si passa da un fondo ghiaioso a sassoso e, ovviamente, in salita. La pendenza è comunque media e l'ascesa totale è moderata. Segue un saliscendi su sterrato/tracce di asfalto che porta al paese di Faedis. Di fronte al suo duomo si svolta a sinistra prendendo la statale verso Attimis.
Da notare i due castelli: Castello di Zucco e Castello di Cuccagna, non raggiungibili in bici ma a piedi lungo l'apposito sentieri con attacchi alle località di San Rocco e Sannt'Anastasia.

Un breve tratto sulla statale per poi deviare a destra fino al paesino di Poiana di Sotto. Di nuovo su sterrato, in quota con vista sulla vallata a sinistra. Discesa al Borgo Cragigna e risalita verso il Zuc di Molinars.
All'avanzare si vede, di fronte, un castello medievale in perfette condizioni. Proprio all'inizio della discesa si vede un bivio: a destra la salita al Castello di Partistagno - una deviazione di circa 1 km e 75 m più che sensata vista la qualità del castello, della torre, delle mura. Il tutto visitabile.
Il tracciato non include questa salita ma scende al Borgo Faris, dove si ritorna alla statale usata prima, ma solo per poche centinaia di metri. Alla località di Case Piccoli si svolta a sinistra, scendendo prima su asfalto e poi sterrato verso la pianura. Un tratto nel bosco, con strada in sassi, per poi passare un guado. Si giunge ora alla zona dei vigneti, bellissimi da vedere sparsi sulle colline, circondati dalle nostre montagne.

Una svolta a sinistra è seguita da un lungo rettilineo che porta oltre il paese di Marsure di Sopra, all'incrocio a sinistra per poi svoltare, dopo 1 km, a destra, arrivando al paese di Belvedere. Lì si passa accanto alla Villa Domus Magna del XV secolo, di bellissima struttura, costruita dal Partistagno come sua residenza estiva (rispetto al castello precedentemente visto).

Sempre su sterrato si giunge in breve a Povoletto, arrivando alla piazza, punto d'arrivo.
Il percorso contiene alcune piccole salite con fondi e pendenze medi; il percorso è quindi adatto a tutti. Vista poi la posizione, è percorribile lungo tutto l'anno.
La lunghezza è di 24 km con un dislivello di 250 m.

Oltre Grions del Torre.

Comode strade sterrate verso la pedemontana.

Castello di Zucco e Castello di Cuccagna.

Non raggiungibili in mtb ma a piedi su sentiero.

Sterrato fra Ronchis e Faedis.

Fondo in sassi e pendenza media, poco dislivello totale.

Dalle colline.

Vista sulla pianura e sulle Alpi.

Il duomo di Faedis.

I traversi in quota fra i vari borghi.

Nelle faggete con viste su pianura e monti.

Il Castello di Partistagno.

Non sul tracciato, merita una deviazione.

Villa fra i paesi di Primulacco e Belvedere.

La villa Domus Magna a Belvedere.

Ora un Bed & Breakfast.

La vicinanza della pianura alle colline e alle montagne.