• 17 Maggio 2014

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

A Nord di Pozzuolo del Friuli, un paese del Medio Friuli, sono presenti alcune collinette, usate nel neolitico come accampamento del clan e nei tempi moderni... come percorso mountain bike.
Diverse zone presentano percorsi, misto di sterrato e sentiero, in campagna con salite e discese sulle colline, un esempio lo sono i tracciati di Martignacco - Colline e Cormòns - Castello Quarin e Romans d'Isonzo - Colle dell'Ara Pacis.
La campagna attorno a Pozzuolo del Friuli non è caratterizzata solo da colline, esiste anche tutta la pianura del Medio Friuli, esplorata dal semplice percorso Sammardenchia - Bicinicco.

Il percorso descritto nel sito e presente sul tracciato per navigatore parte dal centro del paese e fa, inizialmente, un tour delle campagne circostanti, passando per i paesi Mortegliano, Santa Maria di Lestizza, Carpeneto e Zugliano, arrivando infine al Percorso Vita.
Tale percorso, data la non certa manutenzione, non è sicuro che sia totalmente percorribile per il tracciato disegnato; ad ogni modo, se uno volesse fare un giro completamente adatto a tutti, può facilmente raggirare gli ostacoli: giunti al centro scolastico di Pozzuolo del Friuli si prosegue verso la piazza invece che seguire le indicazioni del navigatore, arrivando in breve alla partenza del giro. In questo modo la difficoltà tecnica del percorso è di una sola stella.

Proseguendo invece sul Percorso Vita si arriverà ad un divertente misto strada sterrata - sentiero all'interno di boscaglie. Si passa da una collinetta all'altra, con piccole salite - discese, senza grossi sforzi; anche se, come si vede nella foto sotto, il profilo altitudine non è piatto come si potrebbe pensare: a fine giro i metri di salita fatti saranno circa 85m.

In alcuni tratti il sentiero presenta curve strette fra una albero e l'altro o qualche piccolo ostacolo, questa è la ragione per cui la difficoltà tecnica del percorso completo è di due stelle.

Il giro è di 25 km, principalmente su strade sterrate, solo l'ultimo paio è sui sentieri del Percorso Vita. Il periodo consigliato è quello invernale-primaverile: quando alberi ed erba non intralciano il percorso. È consigliato aspettare qualche giorno dopo una pioggia.

La parte iniziale, sulla strada sterrata fra Pozzuolo del Friuli e Mortegliano.

Su questa strada (foto 1), ad un certo punto, si gira a destra, imboccando il sentiero della foto.

Questo viene fatto per passare da una strada ad un'altra e passare a fianco di una percorso per motocross, divertente se aperto.

Nel caso il tratto mostrato nella foto sia impraticabile, procedere sulla strada della foto 1. Passato il mulino e girato a destra, si ritorna sul percorso del navigatore.

Il paesaggio in primavera/inizio estate.

Con un bella giornata si vede tutto l'arco alpino friulano.

Da Mortegliano a Santa Maria di Lestizza, costeggiando il Torrente Cormor.

Alcune centinaia di metri di strada vengono fatte passando a lato di un ippodromo.

Nel Percorso Vita, a Pozzuolo del Friuli.

Questa zona è nota con il suo nome originario, in friulano, Cjastiliârs.

Come scritto nella descrizione, piccoli tratti del sentiero possono essere come si vede nella foto, ma ad ogni modo percorribili.

Altri tratti sono in condizioni migliori

...ed adatti alla corsa.

Una piccola discesa.

Rappresenta bene il Percorso Vita.