• 6 Maggio 2014

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Il percorso si sviluppa nel Cividalese: zona di colline e montagne ricoperte da boschi, attraversata dal Fiume Natisone. Oltre che dalla natura, nella città di Cividale si è circondati da un centro storico, una volta casa di celti e longobardi, ora parte del partimonio Unesco.
Le caratteristiche dell'area del Cividalese fanno sì che molti percorsi si sviluppino in questa zone, come Cividale del Friuli - Monte Joanaz, Cividale del Friuli - Montefosca - Ravosa, Purgessimo - Castelmonte - Picon, Torreano - Monte Joanaz, Savogna - Monte Matajur, Merso di Sopra - Tribil di Sopra, oltre alla tappa n.3 del ConTOUR FVG.

Il percorso, a poche centinaia di metri dalla partenza, esce dall'abitato di Cividale del Friuli e passa ad una strada sterrata che costeggia il Fiume Natisone sul bordo di un alto greto roccioso, un mix di salita-discesa privo di grossa pendenza, buono per il riscaldamento.
Si raggiunge e si oltrepassa il paese di Purgessimo, imboccando quindi la strada sterrata che conduce alla cima dell'omonimo monte. In prossimità della cima si devia a destra, prendendo un sentiero che, con una breve ma veloce discesa, ricollega ad una strada bianca, in direzione Castelmonte.

Salendo si passa da sterrato ad asfalto, eseguendo alcuni tornanti, e ritornando nuovamente da asfalto a sterrato, arrivando alla Chiesa dei Tre Re. Si procede sul sentiero CAI 748: il pezzo iniziale è pedonale, vietato alle bici (foto 5). Oltre al rispetto per chi sale a piedi, evitare di percorrerlo in mtb è sensato data l'elevata difficoltà tecnica (e quindi pericolosità) che presenta.

Si ritorna in sella. La discesa passa, in breve, dalla pendenza e difficoltà tecniche iniziali forti ad un sentiero largo, facile da percorrere e quasi pianeggiante.
In pochi minuti si giunge alla fine del sentiero (foto 6) e, girando a destra, si passa ad una strada sterrata, tracciato CAI 748. La discesa prosegue con un susseguirsi di asfalto-sterrato-sentiero fino al paese di Centa, al quale si passa ad una strada asfaltata che, con salite e discesa, conduce al parcheggio a Cividale del Friuli, punto di partenza del giro.

Il tracciato ha una lunghezza di 28km con 700m di dislivello in salita, contiere tutti i tipi di fondo: asfalto, sterrato e sentiero, compatto e sconnesso. In generale non si incontrano tratti con elevata pendenza, la quota massima raggiunta è 560m: il tracciato può essere percorso in tutte le stagioni. Vista la prevalenza di fondo sterrato (non con ghiaia o altro) all'interno del bosco, si suggerisce di non effettuare il giro dopo forti precipitazioni.

Video delle discese.

La prima, dal Monte Purgessimo alla strada verso Castelmonte; la seconda sul sentiero CAI 748, dalla Chiesa dei Tre Re verso il paese di Centa.

Il tratto iniziale su strada sterrata, costeggiando il greto del Fiume Natisone.

Panoramica prima del paese di Purgessimo.

La montagna a sinistra è il Monte Purgessimo, dalla quale parte il primo sentiero; a destra, si vede il santuario di Castelmonte.

Lo sterrato in prossimità della cima del Monte Purgessimo.

L'attacco del sentiero della prima discesa.

Pur se invisibile nella foto, è percorribile senza problemi.

Il cartello di "Percorso pedonale" del sentiero CAI 748 alla Chiesa dei Tre Re.

Per le note, leggere la descrizione del tracciato.

Il segnale che indica la curva a destra del sentiero.

Se riuscite a vederlo durante la discesa, beh, complimenti!

Lo sterrato sul CAI 748 prima del paese di Stregna.

All'arrivo al paese di Stregna, attenti al nome!

Nota: in sloveno, il paese è "Prapotno Sriednje" e non "Sriednje" - il paese "Stregna" più conosciuto.