• 19 Novembre 2017

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Una gita nel Carso Goriziano, zona collinare in prossimità del mare del Golfo di Trieste. L'ambiente carsico rende unica la zona con la propria colorazione delle rocce, la vegetazione, le doline che circondano tutto il tracciato.
Dalle colline si apre la vista sul mare, così come per gli altri percorsi in zona: primo fra tutti Sagrado - Monte Sei Busi, un tracciato lungo le trincee della Grande Guerra, assieme ai due percorsi presso l'Ara Pacis, Medea - Freeride e Romans - Medea.
Nei dintorni si snodano anche i percorsi Aurisina - Prepotto e Opicina - Gradisca.
Immancabile la condivisione con il ConTOUR FVG ed in particolare la sua seconda tappa.

L'inizio è presso il parcheggio prossimo al campo sportivo di Polazzo, di fronte al Sacrario di Redipuglia. Usciti dal piazzale si scollina presso l'ingresso al Cimitero Monumentale, scendendo all'abitato di Redipuglia. Lì si svolta a sinistra, iniziando la prima salita della giornata, prendendo quota ed entrando all'interno dell'altopiano del Carso Goriziano.
Fra doline e piccole cime, tra cui il Monte Sei Busi, ci si addentra nella natura passando allo sterrato. Si svolta poi a destra iniziando una tranquilla discesa, ricordando sempre il fondo pietroso degli sterrati carsici. Attraversato l'asfalto si prosegue con un saliscendi entrando quindi nella Riserva Naturale dei Laghi di Doberdò e Pietrarossa. Ad un incrocio si prosegue in salita lungo una mulattiera, CAI 72, verso il Monte Debeli. Raggirata la cima si giunge all'attacco della discesa su sentiero.
Questo determina la difficoltà tecnica di tutto il tracciato, con scalini rocciosi e fondo stretto; dall'altra parte non è esposto. Tratti tecnici quindi vengono seguiti da tratti di discesa veloce.
Il sentiero è ad ogni modo evitabile proseguendo lungo lo sterrato, arrivando all'asfalto attorno al Lago di Doberdò.

Giunti all'asfalto sulla riva del lago si prosegue verso Iamiano, raggiungibile in pochi minuti. Lì, sulla strada principale, si svolta a sinistra, direzione Nord, verso il seguente sterrato, la prossima salita.
Questa arriva subito, con un rettilineo iniziale di maggiore pendenza rispetto quanto percorso prima. Il fondo ghiaioso ma compatto rende il tutto percorribile in MTB. Due tornanti segnano l'arrivo in quota, seguito da un lieve saliscendi nei boschi che conduce all'abitato sloveno di Nova Vas.
Su asfalto secondario si raggiunde il paese di Opatje Selo per proseguire su sterrato, iniziando la discesa veloce verso il paese di Devetachi. Lì si prosegue su asfalto verso San Martino del Carso, così da evitare il ripido sterrato. Ad una curva a destra della strada asfaltata si prosegue dritti su sterrato arrivando ad un incrocio con l'Alpe Adria Trail. Lì si procede a destra su sentiero per ricollegarci subito ad uno sterrato, l'introduzione alla discesa del ritorno.

Diversi tornanti e scoli dell'acqua conducono velocemente al paese di Polazzo. Giunti al fondo, vicino alla ferrovia, si svolta a sinistra su sterrato verso il Sacrario di Redipuglia.
Presso il Cimitero Monumentale degli Invitti è gradito, consigliato quanto rispettoso scendere dalla sella e percorrere camminando le poche decine di metri che collegano lo sterrato all'ingresso del Sacrario e quindi alla strada principale.
Si è quindi giunti al parcheggio di Polazzo, punto di partenza del percorso.

Il tracciato non presenta forti difficoltà tecniche o fisiche, se non la discesa su sentiero, evitabile proseguendo sulla strada sterrata. Vista la posizione il giro è percorribile tutto l'anno.
Lunghezza di 27 km con 500m di salita.

Sull'altopiano del Carso Goriziano.

Vista sul Golfo di Trieste.

Verso il Monte Debeli.

La seconda salita del percorso.

Tratto superiore del sentiero della discesa.

Semplice e veloce.

Tratto inferiore, più tecnico.

Il sentiero è evitabile proseguendo sulla strada sterrata.

La terza salita, appena abbandonato l'asfalto.

Verso il confine Italia - Slovenia.

Tratto più ripido del tracciato.

Fondo comunque compatto e adatto all'attrito.

Attraversamento del Carso su asfalto.

Collegamento verso l'ultimo sterrato.

Sentiero semplice verso il ritorno.

Subito, discesa su strada sterrata.

Cimitero Monumentale degli Invitti.

Una pausa, una riflessione, sono dovute.

Presso l'uscita pedonale dal Sacrario di Redipuglia.

E adesso?