• 4 Luglio 2015

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

La zona percorsa dal tracciato Subit - Prossenico fa parte delle Prealpi Giulie, a metà strada fra le cittadine di Cividale del Friuli e Gemona, nelle quali sono presenti diversi giri. Al confine con la Slovenia, ai tempi della Grande Guerra sono successi diversi tragici eventi, il più noto dei quali è ricordato dalla Malga di Porzùs.
Parte del percorso di questa pagina è comune alla terza tappa del ConTOUR FVG, in particolare il primo punto panoramico dalla Pedemontana Cividalese sulla Pianura Friulana.

L'itinerario è tranquillo, soprattutto se confrontato con altri giri presenti nelle vicinanze, come ad esempio le salite al Monte Joanaz, da Cividale e da Torreano. Il motivo principale è il punto di partenza del giro, situato nella sella sopra il paese di Subit, invece che partire a fondo valle, dal paese di Attimis. La ragione è semplice: la partenza in quota permette di svolgere il percorso principalmente su sterrato, lasciando solo due tratti di collegamento su asfalto, dalla fine del primo sterrato e Pressenicco e dal confine Italia - Slovenia all'agriturismo Zaro. Questi due tratti sono veramente poco trafficati dalle automobili.
Si può chiaramente effettuare la partenza dal fondo valle, posteggiando nella piazza di Attimis e salendo sull'asfalto: la pendenza è media e apporta 600m di dislivello aggiuntivi.

I tratti su sterrato sono tranquilli: il fondo delle strade è in buone condizioni, non sono presenti forti pendenze - non strane in questa zona - e sono per la maggior parte all'interno di boschi, all'ombra.

Per queste ragioni il tracciato è percorribile durante tutto l'anno, sia con il caldo, sia durante l'inverno, tranne in caso di nevicate o ghiacciate.
La lunghezza del percorso è di 24 km con 600 m di salita.

Dal parcheggio, punto di partenza.

Vista sulla vallata che verrà percorsa ed attraversata.

La prima salita, uno dei tratti più pendenti.

Messo all'inizio per rendere il punto di partenza più a portata di mano.

Durante il traverso del primo sterrato.

Buona parte del tracciato è all'interno dei boschi.

Il tratto su asfalto, veramente poco trafficato.

Per la maggior parte in discesa, piccole salite con basse pendenze.

Panorama sulla vallata.

Il ponte della capra.

Il punto più basso del giro.

L'inizio dell'ultimo sterrato.

Principalmente un collegamento, senza grosse salite.