• 25 Aprile 2015

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

Il percorso si sviluppa nella bellissima zona della Val Rosandra, appena fuori la città di Trieste. Dopo un breve tratto per uscire dal centro abitato si raggiunge la Pista Ciclopedonale Cottur che porta alla Val Rosandra. Una discesa su sentiero e si passa al versante Sud della valle, con viste splendide, arrivando in pochi minuti al Rifugio Premuda. Uno sterrato riporta al punto di partenza: non sembra quasi di essere in città!
Peculiarità della zona è la vicinanza del Carso, zona rocciosa ed alta, al mare. Un secondo percorso attraversa la Val Rosandra, ma partendo dal centro della città: Trieste - Piazza Unità - Val Rosandra - Monte Cocusso - Valico di Trebiciano. Immancabile il passaggio del ConTOUR FVG, il quale arriva a Triste la prima giornata e percorre il Carso nel lato interno durante la seconda tappa.

La città di Trieste è nota per le aspre salite; questo percorso non affronta le peggiori, ma di certo non evita tratti in cui i rapporti si riducono velocemente. Il primo tratto infatti incontra alcune rampe che, in breve, ci fanno salire di quota.
Si raggiunge così la Pista Ciclopedonale Cottur; questa è un'ex ferrovia, la pendenza è costante e trascurabile rispetto alle precedenti. Ad un certo punto, poco prima di una galleria (foto 6), si svolta a destra iniziando la discesa sul sentiero CAI 1.
La ciclabilità del sentiero è discutibile: pur essendo un sentiero CAI non segnato da divieti per MTB, si trova all'interno di una riserva naturale. MTB Friuli declina la responsabilità nel caso avvengano cambiamenti sulla percorribilità. Per evitare ad ogni modo disguidi si può evitare il sentiero uscendo dalla Val Rosandra tramite le strade che partono dal Bivacco G. Modugno o dal paese di Draga Sant'Elia, scendendo poi entrambe al paese di Bagnoli di Rosandra, dove ci si ricollega a tracciato.
Descrivendo lo sviluppo su sentiero, sono presenti due stretti tornanti, in seguito invece si incontrano diversi ostacoli, principalmente scalini. La difficoltà non è alta, se non altro paragonata a diversi altri giri, è comunque utile portare qualche protezione.
A fondo valle, alla località di Bottazzo, si procede su un largo sentiero che attraversa tutto il versante Sud della Val Rosandra. Presenta alcune salite e scalinate, tutto fattibile in mountain bike. Procedendo si supera il Rifugio Premuda, si attraversa il paese di Bagnoli della Rosandra, e si imbocca uno sterrato che riporta a Trieste. Breve salita su asfalto e discesa, fino al punto di partenza, in vicinanza di un parco comunale.

Il percorso è lungo 16km con 400m di salita. E' adatto a tutte le stagioni. Naturalmente, facendo un tratto su sentiero, è quantomeno scontato prestare attenzione e dare la precedenza a chi cammina, se non evitare i giorni in cui si può trovare molti escursionisti.

Le discese dalla Pista Ciclopedonale Cottur.

Sentiero inizialmente difficile e poi più scorrevole e panoramico.

Sulla Pista Ciclopedonale Cottur verso la Val Rosandra.

In passato la attuale ciclovia era una ferrovia, la pendenza quindi è costante e bassa.

Il tunnel d'ingresso alla Val Rosandra.

Lungo la salita in Val Rosandra.

Questa è quasi completamente esposta al sole.

Anteprima del tracciato del ritorno.

Piccole salite e discesa con lieve pendenza, largo fondo del sentiero.

Il sentiero CAI 1, la discesa principale del giro, inizia sulla destra, prima della galleria.

L'inizio del sentiero.

Richiede attenzione e protezioni, sono presenti curve strette e scalini.

Piccola scalinata sul tratto di ritorno.

Il Torrente Rosandra.

Il tratto di sterrato fra Bagnoli della Rosandra e Borgo San Sergio, il punto di partenza.