• 15 Giugno 2013

  • Zona: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà fisica: mtb friuli percorsi per bici

  • Difficoltà tecnica: mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

mtb friuli percorsi per bici

Percorso, indicazioni, consigli

Descrizione

La Val Saisera è situata tra la località di Valbruna ed il versante Nord del Monte Jôf di Montasio, in una bellissima vallata che offre ottime visuali sulle montagne che la attorniano e gli abeti secolari della Foresta di Tarvisio.
Proprio quest'ultima viene esplorata dal giro Val Dogna - Val Saisera - Val Canale, oltre dal sensazionale ConTOUR FVG, il quale attraversa le Alpi Giulie nelle tappe n.4 e n.5. Il Monte Acomizza, frontestante al Monte Lussari, viene scalato da diversi giri su diversi versanti: Camporosso - Monte Acomizza, Camporosso - Feinstritzer - Acomizza e Val Bartolo - Monte Ochsenstand.

L’itinerario descritto in questa pagina parte da Valbruna, sull'asfalto, ciò è dovuto alla scelta di effettuare la discesa su un tratto diverso da quello della salita. Volendo effettuare tutto il percorso solamente sullo sterrato, bisogna procedere da Valbruna verso il Montasio; posteggiando al primo parcheggio ci si collega al percorso riportato in questa pagina. In questo caso la discesa deve essere effettuata lungo la stessa strada della salita.
In aggiunta, esistono varie strade sterrate che portano dal punto di partenza del giro (percorso per navigatore) e giungono all'inizio della salita verso il Lussari. Molto spesso però queste sono interrotte dai torrenti, è molto più semplice arrendersi e fare qualche chilometro lungo l'asfalto.

Il punto principale dell'itinerario è la salita: 1000m di dislivello in pochi km di lunghezza. Il vantaggio è che il percorso è principalmente all'interno del bosco, effettuabile senza problemi anche in piena estate. Il tratto peggiore (fisicamente parlando) sono le ultime centinaia di metri prima dell'arrivo: ciò che una volta era un prato con una strada ora è parte di una pista da sci da discesa, ha un fondo molto sconnesso, fonte di notevole fatica, parafrasando il termine.

Giunti al Monte Lussari ed al Santuario ci si può rallegrare e riposare guardando il bellissimo panorama offerto, oltre a bere e mangiare qualcosa.

Il ritorno inizia lungo la pista da sci che, in discesa, è estremamente più interessante che in salita! In prossimità di una malga si gira a sinistra, imboccando una strada sterrata, molto sconnessa e con alta pendenza: molto divertente quanto tecnica. La strada è percorsa anche da molti escursionisti, è molto consigliato quindi fare questo percorso durante la settimana o in giornate non troppo turistiche. Finito lo sterrato si ritorna sull'asfalto per raggiungere, in un paio di chilometri, il parcheggio di partenza.
La lunghezza del giro è di 20 km, il dislivello di 1000 m.

La Val Saisera vista dalla cima del Jôf di Montasio.

In bianco c'è il torrente della Val Saisera; il prato più grande e a valle è quello dove inizia la strada verso il Monte Lussari, che si sale verticalmente sopra il prato.

Esistono varie strade che costeggiano il torrente e anche qualche ponticello.

MTBfriuli ha scelto questa alternativa per l'attraversamento, apparentemente difficile, ma non tale.

Il tratto, molto bello e con panorama stupendo, prima della salita.

Il prato è quello indicato nella didascalia della foto 1.

La salita al Monte Lussari.

Il tracciato non presenta problemi, come fondo dissestato o altro. Ha solamente una pendenza abbastanza elevata senza quei "50 metri in piano" per prendere fiato.

Come prima, il tipo di salita è uguale per tutto lo sviluppo.

Molte delle curve dei tornanti sono cementate.

La cima del Monte santo di Lussari.

Si inizia a vederla al cambio del versante, ad un'altezza di 1600mslm, quasi al termine della salita.

Il primo panorama del Lussari.

Il secondo panorama del Lussari.

La pista da sci da discesa, da fare in mtb - molto bella e sportiva.

...quelli con gli sci e gli snowboard però non si fanno la salita...

La discesa procede lungo una strada sterrata.

Questa ha fondo sconnesso, pendente e molto percorsa dalla gente. Le prime due voci sono fonte di divertimento, la terza di attenzione.